NEWS

>
news
>
news detail

Italia colosso mondiale del settore farmaceutico

Pharmaceutical research, Scientist preparing a sample vial for analytical testing in the laboratory

Sharing is caring!

L’Italia sta emergendo come un leader mondiale nel settore farmaceutico, dimostrando una capacità di produzione e di esportazione che la colloca tra i grandi player globali. Questo successo è stato evidenziato durante l’assemblea annuale di Farmindustria, tenutasi recentemente a Roma, dove sono stati presentati dati riguardanti il settore.

Produzione ed Esportazione da Record

Nel 2023, l’industria farmaceutica italiana ha raggiunto un valore di produzione di 52 miliardi di euro, registrando un incremento del 6% rispetto all’anno precedente e un aumento del 60% rispetto a cinque anni fa. Di questi, ben 49 miliardi di euro sono stati generati dall’export, segnando un aumento del 3% rispetto al 2022. Questo risultato conferma la crescita costante del settore, con un incremento medio annuo delle esportazioni del 9,6% negli ultimi dieci anni, un ritmo doppio rispetto a quello dell’industria manifatturiera.

Il Ruolo dell’Italia nel Mercato Globale

L’Italia esporta principalmente medicinali, che costituiscono circa l’84% delle esportazioni totali. Le sostanze di base e altri prodotti rappresentano il 7,1%, mentre i vaccini costituiscono l’8,8% dell’export. I principali partner commerciali includono il Belgio, gli Stati Uniti, la Svizzera, la Germania, i Paesi Bassi, la Cina, l’Irlanda e la Francia.

Settore Strategico e Hi-Tech

Nonostante l’aumento dei costi del 30% rispetto al 2021, la produzione e l’export hanno continuato a crescere. L’occupazione nel settore è anch’essa in aumento, con 70 mila persone impiegate direttamente e ulteriori 236 mila nei settori dell’indotto. Gli investimenti hanno raggiunto i 3,6 miliardi di euro, di cui 1,6 miliardi destinati alla produzione e 2 miliardi alla ricerca e sviluppo.

Distribuzione Geografica dell’Industria Farmaceutica

La Lombardia si conferma la regione con il maggior numero di occupati nel settore, seguita da Lazio e Toscana. Il Lazio è la prima regione per valore dell’export, mentre la Lombardia guida per numero di addetti alla ricerca e per investimenti in ricerca.

Sfide e Prospettive Future

Nonostante i successi, il settore farmaceutico italiano deve affrontare diverse sfide. A livello europeo, è essenziale migliorare la competitività, l’attrattività per gli investimenti e l’autonomia strategica.

L’Italia sta consolidando il suo ruolo di leader nel settore farmaceutico globale, grazie a una forte capacità di produzione e a un crescente volume di esportazioni. Tuttavia, per mantenere questa posizione di rilievo, è fondamentale affrontare le sfide legislative e migliorare la competitività a livello nazionale ed europeo. Con politiche adeguate, l’Italia può continuare a essere un hub farmaceutico di importanza mondiale, garantendo al contempo un accesso più rapido e equo alle innovazioni per i cittadini.